“Alla scoperta dei Laboratori Artigianali”

fb_img_1475511290971

foto031711C’e chi per passione lavora il legno, chi lo fa come un vero e proprio lavoro, c’è chi del legno ne fa una vera opera d’arte!

Tra gli itinerari proposti a Gavoi da “Visite guidate, Per le Vie di” riscuote particolare interesse nei visitatori quello che riguarda i laboratori artigianali.

L’artigiano del legno, prima ci indica i suoi lavori ultimati, ci racconta del suo passato e con qualche battuta ci ruba un sorriso, dopo ci dedica un po’ del suo prezioso tempo e ci mostra come realizza i mestoli, i taglieri, le sediette in sughero e in primis gli altri elementi della tradizione gavoese. Custode di un’antica arte è anche un giovane ragazzo che utilizzando il cuoio realizza, interamente a mano scarpe della tradizione sarda “sos cosinzos”, cinture e piccola oggettistica al quale il visitatore non può rimanere indifferente, unici nel loro genere in quanto prodotti in un numero limitato.

Non manca la visita agli altri laboratori della lavorazione del legno, c’è chi segue il filo della tradizione, chi invece apporta nella parte decorativa e nella messa in opera, delle innovazioni in un sincretismo, con l’unione di due linguaggi, quello tradizionale con quello moderno. Custodi di antiche arti sono anche i laboratori di produzione del pane tradizionale di Gavoi, del miele, dei ravioli e delle seadas, dei dolci tipici, dei coltelli sardi, degli strumenti tipici del Carnevale gavoese, e non manca il laboratorio della sarta e dell’ artista.

A fine visita, come disse un visitatore: “Antiche arti custodite in un tempo prezioso”.

Tiziana Serra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *